By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

I palestinesi di Gaza e Ramallah non dimenticano che Ariel Sharon era ministro della difesa all’epoca dell’invasione israeliana del Libano nell’ottantadue e del massacro di Sabra e Chatila, compiuto dalle milizie falangiste cristiane, ma non impedito dagli occupanti. Bilancio: 1.500palestinesi morti e 500 scomparsi: “Il mondo ha perso un macellaio, che ha trucidato i palestinesi, ecco tutto – dice un abitante di Ramallah – Ora abbiamo finito con lui”. “Si tratta di un uomo che ha commesso molti crimini contro il popolo palestinese – aggiunge un altro – Quindi per forza, il fatto che sia morto ai palestinesi fa piacere”. Qui viene attribuita a Sharon anche la morte del leader storico palestinese Yasser Arafat. Gli ultimi esami sui resti avrebbero smentito il suo avvelenamento, ma i palestinesi sono invece ancora convinti che sia stato assassinato. Molti esprimono un unico rimpianto, per il fatto che Sharon non sarà mai giudicato per crimini di guerra.