By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

Nessuna pietra tombale, ma un rinvio “sine die” dell’accordo, dettato da imperativi di natura soprattutto economica. Questa la versione che prova a far passare da Vilnius il presidente ucraino Viktor Yanukovich. “I nostri progetti non cambiano. Riteniamo che l’Ucraina potrà ristabilire normali relazioni con l’Unione Europea e la Russia, il giorno in cui avrà progredito nel suo cammino – ha detto Yanukovich, di fatto ribadendo l’interpretazione negli scorsi giorni offerta ai media dal Primo Ministro Mykola Azarov -. Dobbiamo prima trovare le soluzioni ai nostri problemi economici, cogliere l’opportunità di siglare un accordo strategico con la Russia e intraprendere tutti i passi di cui abbiamo bisogno. E’ questo il dovere a cui siamo chiamati”.