By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

Il secondo motoraduno che ha preso il via sabato scorso e che si è concluso ieri a Favara è stato dedicato alla figura di Giuseppe Bosco il giovane favarese appassionato di motociclismo, che la notte del primo novembre 2008 è scomparso prematuramente a causa di un arresto cardiaco mentre era in macchina con la fidanzata e con gli amici. Emozionante il saluto che i bikers hanno dedicato allo sfortunato ragazzo.180 gli equipaggi, provenienti da tutta la regione che si sono dati appuntamento in C.so Vittorio Veneto, messa in disparte una Yamaha R6 di colore rosso, la moto appunto di Giuseppe Bosco, a quest'ultimo gli amici hanno riservato anche un bicchiere di birra. L'accensione della moto di Giuseppe ha dato inizio alla parata dei centauri. Presenti sul posto anche il Sindaco di Favara Domenico Russello e l'Assessore Comunale allo Sport Joseph Zambito. Particolarmente soddisfati della riuscita dell'evento si sono detti gli organizzatori che sono riusciti a far confluire sulle strade cittadine un'ampia gamma di moto. Anche se il raduno non era riservato ad una tipologia precisa di due ruote, molti gli esemplari di prestigio che hanno partecipato all'evento. Presenti inoltre tre splendidi esemplari di moto d'epoca. Alla testa del corteo una magnifica Cadillac, da C.so Vittorio le moto hanno attraversato le vie principali della Città dell'Agnello Pasquale per poi proseguire il loro giro in direzione della scala dei turchi. Una manifestazione che grazie allo sforzo organizzativo da parte di alcuni giovani appassionati ha saputo regalare alla cittadinanza una giornata diversa. Il traffico veicolare è stato regolamentato dai Vigili Urbani e dall'Associazione di protezione civile, Operatori di Sicurezza. L'assistenza sanitaria invece è stata garantita dalla presenza di un'ambulanza della Confraternita Misericordia di Favara.