By URL
By Username
By MRSS
Enter a URL of an MRSS feed
 
or

Durante il periodo estivo spesso si sente parlare spesso di risse, alcuni esperti spiegano il fenomeno con lo stress psicologico dovuto al caldo, altri dicono che e' colpa della troppa assunzione di sostanze alcoliche, ma nel Comune di Favara si alzano le mani per altre questioni. Ieri sera in via Brindisi si sono vissuti momenti di panico quando diverse persone hanno fatto a botte per questioni legate all'immondizia. Proprio così, l'esasperazione della cittadinanza relativa alla mancanza dei cassonetti, si e' spinta oltre i limiti del quieto vivere civile. Fortunatamente il tempestivo intervento dei militari della locale Tenenza dei Carabinieri e dei Vigili Urbani ha evitato il peggio, riuscendo a placare gli animi. Nonostante il conteggio dei contenitori effettuato e richiesto ai responsabili dell'A.T.O Gesa AG 2 dal Sindaco Russello e le successive dichiarazioni di ricollocamento dei cassonetti mancanti per le strade cittadine, la situazione resta ancora grave ed e' visibile in Città l'assenza dei bidoni. Il fatto accaduto ieri sera ha un significato particolare che dovrebbe mettere in allarme gli organi preposti, la carenza di cassonetti a Favara oltre che a provocare problemi di natura igienico sanitaria rischia di diventare una vera e propria questione sociale. I motivi della rissa non si conoscono ma sono facilmente intuibili, Via Brindisi che fino a qualche mese fa era la strada cittadina che proporzionalmente alla sua lunghezza era la più fornita di bidoni per la spazzatura dell'intero Comune di Favara da un pò di tempo, grazie anche all'inciviltà di chi da fuoco ai cassonetti, nella strada ne sono rimaste poche unità. Questa situazione ha portato addirittura i residenti a ribaltare i cassonetti per evitare che gli abitanti di altri quartieri si rechino a depositare i rifiuti in quelli di Via Brindisi, facendo così nelle intenzioni dei residenti, si rallenterebbe il formarsi di eccessivi depositi di spazzatura per non chiamarle discariche...